Farmaci economici
per Erectil
Prodotti di alta
qualità onliny!
I migliori
prezzi!
Lunedi Venerdi 09:00 - 17:00
Teléfono:
Chiamate Internazionali:

Sessuofobia

La sessuofobia: solo suggestione?

Negli ultimi decenni abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione sessuale, avviata già nel '68 quando i giovani di allora sfilavano e manifestavano per rivendicare i diritti a un sesso libero da inibizioni e legami morali. Negli anni si sono certamente compiuti passi da gigante e il sesso è oggi di certo una sfera di cui si riesce a parlare con naturalezza e spontaneità, scevra da bigottismi di sorta. Tuttavia intorno al sesso esiste ancora molto mistero, specialmente in chi ne ha ricevuta poca informazione. Oggi infatti non è raro, nonostante campagne che inneggiano alla libertà di espressione, trovare individui che sono letteralmente bloccati solo a sentire parlare di sesso. Si tratta di soggetti considerati sessuofobici. Proseguendo nella lettura potrai conoscere di più riguardo all'argomento, specialmente se riguarda direttamente te o chi ti è vicino.

La sessuofobia: in cosa consiste esattamente?

Per spiegare e capire a fondo il paziente sessuofobico, riportiamo l'esempio di Alfredo, un ragazzo di 37 anni che per anni ha sofferto di paura del sesso. Alfredo è un brillante ragazzo in carriera, che svolge una invidiabile professione come responsabile alla programmazione all'interno di una grande multinazionale. Alfredo ha sempre mostrato un lato di se espansivo e gioviale e intessere nuove relazioni per lui non è mai stato un problema. Rispetto al gentil sesso, si è sempre mostrato curioso e attratto, e di certo non ha fatto mai fatica a conquistare le donne. Anzi, nella sua cerchia di amici, Alfredo è sempre stato considerato un tombeur de femmes. Tuttavia con l'età adulta ha iniziato a sviluppare una fobia nei confronti del sesso, che gli impediva o gli rendeva difficile arrivare al dunque, anche con donne che lui considerava molto eccitanti e attraenti. Alfredo ha riconosciuto il suo problema e si è quindi deciso ad andare presso lo studio di uno specialista, uno psicosessuologo, per risalire alle origini di questa paura. Scavando nel passato d Alfredo, è emerso che da piccolo aveva ricevuto una educazione sessuale di stampo cattolico, che gli faceva associare il sesso a qualcosa di peccaminoso, se non associato alla procreazione. Nel tempo Alfredo non ha mai associato questa educazione alla sua fobia, ma si è presto reso conto che invece stava creando un gap incolmabile fra lui e le donne. Alfredo era arrivato al punto da non riuscire a frequentare la stessa donna per più di 2 volte, proprio per evitare di arrivare al momento cruciale. 

Esiste un rimedio per curare la sessuofobia?

Sulla scia di Alfredo sono molte migliaia gli uomini che soffrono dello stesso disturbo. Le ragioni sono quasi sempre da ricercare nell'educazione impartita loro o in traumi subiti da piccoli o da adolescenti. Curare la sessuofobia è possibile attraverso due percorsi che possono viaggiare assieme. Da una parte la psicoterapia, con la quale si scava a fondo nel passato e si cerca di sconfiggere i demoni del passato e tutti quegli aspetti educativi che compromettono una vita sessuale normale. Dall'altro interviene la medicina che in questo senso ha compiuto grandi passi. Oggi in commercio puoi trovare a disposizione diversi farmaci, di cui i più famosi sono il Viagra, il Cialis, il Levitra, il Kamagra, i quali possono agire immediatamente sugli stimoli sessuali, demolendo le inibizioni che ti porti dietro fin da bambino. Questo farmaci sono capaci di potenziare il tuo desiderio sessuale e di dare quella spinta al tuo organismo, che risponde alle sollecitazioni con forte intensità. Grazie a questi farmaci superi definitivamente tutte le tue paure. 

La cura parte sempre dall'esternazione

Come per altri disagi legati al sesso, anche quando si è affetti da sessuofobia, il punto di partenza è la comunicazione. Sviscerare le proprie ansie e esternare quello che si prova è il primo passo per iniziare a sentirsi meglio. Con l'aiuto poi della medicina, puoi da subito arginare il problema riprendere il rapporto con il gentil sesso con vigore e entusiasmo. Se poi contemporaneamente segui anche una terapia psicologica che rimuova le tue inibizioni, allora il problema trova una rapida soluzione e ti impedisce di rovinare i tuoi rapporti d'amore o, peggio, stroncarli sul nascere, soprattutto quando inizi a frequentare una donna che ti piace davvero molto. Non esitare e agisci, la soluzione è già a portata di mano.